jump to navigation

Il “dolore” per gli egizi 22 March 2010

Posted by seshatblog in 1.
trackback

Tomba di Ramose- TT55-Gournah- Tebe ovest.

Il male più grande delle società moderne è l’annullameto del divino , l’annullamento dello spirito e dunque la negazione dell’anima. Tutto è dunque concesso in virtù di questa negazione. Ciò ha portato l’uomo delegando  altri, come i sacerdoti,  autorizzati al colloquio con il divino, a desacralizzarsi rimanendo immobile, prigioniero del mondo della razionalità. Tutti i miti antichi  si svuotano di significato e tutti i simboli che lo avevano definito homo religiosus, si trasformano in segni vuoti di affettività. Il sacro non è un momento della storia della coscienza, ma un elemento della struttura della coscienza, e nessuno guarisce veramente se non riesce a raggiungere un atteggiamento religioso.  L’uomo, attraverso i miti o la visione di ierofanie, era dal punto di vita psichico in contatto con questa dimensione e quindi con se stesso.


Comments»

No comments yet — be the first.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: